Arisa-vincitrice-Sanremo-2014_980x571 Musica

Arisa vince Sanremo


Si è conclusa ieri sera la sessantaquattraesime edizione del festival di Sanremo e a trionfare è stata Arisa con la sua Controvento, seguita da Raphael Gualazzi e Renzo Rubino.

Una finale non priva di sorpresa, visto il podio finale: salta infatti all’occhio l’assenza di Francesco Renga, dato per superfavorito, del resto anche la classifica provvisaria lo piazzava al primo posto. Nello sprint finale invece Gualazzi è riuscito a salire di posizione a scapito proprio del cantante bresciano che sul palco dell’ Ariston è entrato da papa ma ne è uscito da cardinale.

Supershow di Ligabue che dopo aver fatto una piccola apparizione la prima sera con un omaggio a Fabrizio De Andrè, ieri ha deliziato gli spettatori con il meglio delle sue canzoni, iniziando da Certe Notti fino all’ultimo singolo Per sempre, tratto dall’album “Mondovisione”.

Sul palco dell’Ariston arriva anche il talento belga Stromae che con il brano Formidable sta scalando le classifiche d’Europa, stasera ritornerà da Fazio a Che Tempo Che Fa.

La parte comica è invece affidata a Crozza, un po’ sottotono, forse dati i trascorsi visto che durante la passata edizione fu mandato a quel paese dal pubblico, in eurovisione, per i suoi monologhi troppo politici. Ieri si è limitato a farne uno sulle bellezze italiane, per restare in tema con Sanremo, e solo su supplica di Fazio ha imitato il nuovo Presidente del Consiglio Renzi, per meno di un minuto. Almeno la Littizzetto si è potuta rilassare, stavolta non toccava a lei fare battute per alzare il tono della trasmissione.

Premio della sala stampa a le Perurbazioni: il loro brano, L’Unica, è forse il più radiofonico, quindi la premiazione ci sta tutta, come quello per il miglior testo che viene dato a Cristiano De Andrè per la canzone fuori gara, Invisibili. E’ il secondo premio che si becca questo brano, forse era il caso di far passare questa e non l’altra canzone, ma il televoto è una cosa misteriosa da sempre.

Michele Acquaviva

 


Add Comment Register



Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>