Carosone, l’americano di Napoli Musica

Sal Da Vinci in “Carosone, l’americano di Napoli…”


…il 25 e 26 Dicembre al Teatro Palapartenope

Partito lo scorso 10 ottobre,  dove ha debuttato con un clamoroso successo di pubblico al Teatro Diana di Napoli, il musical “Carosone, l’americano di Napoli” sembra candidarsi ufficialmente come musical dell’anno. Lo spettacolo, scritto dal Federico Vacalebre, biografo ufficiale del maestro Carosone, non è solo un omaggio ad un interprete della canzone partenopea, ma anche un viaggio nel canzoniere dell’autore di brani indimenticabili ed innovativi allo stesso tempo, come “Torero” e “O’Sarracino”. Un americano napoletano, con il suo enorme carico di simpatia e leggerezza ha introdotto sin da subito nel nostro paese una rivoluzione sia musicale che interpretativa  nel modo di suonare. Agli inizi degli anni 50, diventa assoluto protagonista insieme al suo “Trio Carosone”, formato  insieme all’olandese Peter Van Wood, Fiorenzo Fiorentini  e al fantasista napoletano Gegè Di Giacomo. Nel tempo il gruppo cresce, molti musicisti si alterneranno aggiungendo ognuno il suo carico di esperienza. Il primo successo arriva con “Maruzzella”, che farà da apripista ad un genere del tutto nuovo. A ruota arriveranno “Caravan Petrol”, e “O Suspiro” che raggiungeranno la vetta delle classifiche europee e nordamericane. Il coinvolgimento del pubblico, il giusto mix tra jazz e swing consacrano Carosone come un compositore e musicista protagonista degli anni 50’ e non solo. La sua Napoli e il mondo della musica chi rende omaggio con questo musical, il primo dedicato interamente alla vita dell’artista, per ricordarne come sia attuale ancora oggi la sua figura. La regia di Fabrizio Bancale, le coreografie di Ferdinando Arenella, gli arrangiamenti di Lorenzo Hengeller, i remix di Gransta Msv e soprattutto la splendida e viscerale interpretazione di un artista partenopeo come Sal Da Vinci avvicinano ancor più il pubblico al personaggio Carosone. Un musical dal gusto fresco e  vivace allo stesso tempo, eleva lo spessore interpretativo della vita di Carosone ad un livello internazionale. Al fianco di Sal Vinci troviamo attori come Giovanni Imparato, già percussionista di Lucio Dalla e dell’Orchestra Italiana di Arbore, nei panni di Gegè; Pietro Botte dei Posteggiatori Tristi in quelli di Peter Van Wood; Forlenzo Massarone in quelli di Fred Buscaglione; la star del burlesque Claudia Letizia in quella di una Maruzzella; Lello Radice in quello del coprotagonista Tony, biografo carosoniano con il pallino di riuscire a spiegarsi i motivi del suo ritiro e rivelarli in una fiction nazionalpopolare.  Ventimila spettatori, tre settimane di sold-out, un carrozzone viaggiante targato Carosone, il pubblico campano sta dimostrando come sia importante riscoprire il legame che lo lega alla storia della musica napoletana. Prossimamente sarà presentato alla stampa il dvd dello spettacolo. Il prossimo 25 e 26 Dicembre il musical torna a Napoli, in un teatro “storico” per la città partenopea, il Palapartenope di Via Bargallo. Due date significative, per regalarsi o regalare una serata “Carosonissima” all’insegna delle festività natalizie.


Add Comment Register



Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>