I-Simpsons-638x425 Cinema

I Simpson e il cinema


Diamo un’occhiata a “I Simpson e il Cinema”, ultimo nato del nostro Michele Gelardini.

Ventiquattro anni ininterrotti in cui la famiglia Simpson ha invaso gli schermi di tutto il mondo hanno fatto si che venisse analizzata sotto diversi punti di vista, un vero fenomeno di successo che ha meritato di essere al centro di numerosi studi.

L’ultima analisi di Michele Gelardini vuole studiare il rapporto che c’è tra questa famosissima famiglia e il mondo del cinema: le strizzate d’occhio da parte di questa serie alla settima arte sono infatti svariate.

Gelardini si diletta nei capitoli di questo libro a fare dei paragoni con veri mostri sacri del mondo del cinema, qualche esempio? Kubrick e Hitchcock in primis, fino allo spettacolare parallelismo tra lo spietato Burns e il Kane di Quarto potere.

Sotto questo punto di vista è un’analisi innovativa, fin’ora nessun altro studio dello stesso genere aveva osato tanto.

Ma si parla poi di osare? L’autore spiega bene il motivo per cui ha scelto di fare questi parallelismi e alla fine il lettore ne esce convinto.

Ovviamente, non poteva mancare una parte riguardante il piccolo schermo, perché è da li che nasce tutto. I Simpson rappresentano un punto di non ritorno, “il primo esempio televisivo di famiglia disfunzionale”. E poi il ruolo dello spettatore, di come è tramutato ed evoluto anche grazie all’opera di Groening “spettatore non più passivo ma curioso” quindi anche più difficile da accontentare poiché non più sprovveduto ma pieno di stimoli e con facile accesso alle informazioni.

Piacevole da leggere, con una prosa scorrevole, il libro può abbracciare vari tipi di lettori.

Da quelli che hanno una conoscenza profonda del cinema e che quindi senz’altro apprezzeranno i paragoni con i grandi, capiranno la sottigliezza del parallelismo con Quarto Potere, riconosceranno le citazioni di pellicole storiche che l’autore ogni tanto mette tra un rigo e l’altro. Allo stesso tempo, si rivolge anche a chi di cinema ne mastica poco ma che potrà comunque godere di ogni fotogramma e ella scelta di inserire citazioni anche da film certamente più famosi e di successo, senz’altro apprezzeranno i momenti in cui Gelardini si riferisce a questo o a quell’episodio della famiglia gialla.

Ad accomunare questi due tipi di lettori, un’unica cosa: l’amore per questa serie televisivi, di cui si è fan e a volte anche ossessionati.

Per scoprire il grado di ossessione l’autore mette in ultima pagina un bel giochino: un quiz, se si è in grado di rispondere bene a tutte e dieci le domande, allora si è dei veri Simpson dipendenti.

 

 


Add Comment Register



Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>