una_piccola_impresa_meridionale(9) Cinema

“Una piccola impresa meridionale”


 

Rocco Papaleo torna al cinema in veste di regista dopo il successo ottenuto nel 2010 per il suo delizioso film “Basilicata Coast to Coast”.

In “Una piccola impresa meridionale” Papalea racconta la storia di don Costantino, un prete che vuole smettere d’essere tale e torna reo confesso al suo paesino d’origine nel Sud.

Qui troverà mamma Stella che anziché comprendere le ragioni che spingono Costantino a smettere di essere don, lo rinchiude in un faro per evitare uno scandalo alla famiglia.

Ma, per l’anziana Stella, la decisione del figlio non è l’unica ragione di preoccupazione: l’altra figlia, Rosa Maria, ha infatti appena lasciato suo marito Arturo fuggendo con un misterioso amante.

 

Presto l’intero paesino (non è mai specificato di quale si tratta, presumibilmente un paese tra Puglia e Basilicata) scopre che Costantino si trova al vecchio faro di famiglia e cosi ad uno ad uno vanno a trovarlo.

Costantino riceverà presto la visita di Arturo, suo cognato,  incapace di capacitarsi del tradimento di sua moglie; ma anche quella di Magnolia, sorella della domestica della madre ed ex prostituta proveniente dall’Europa dell’Est, e poi la sorella rediviva.

Nel faro si stabiliranno anche Raffaele e Jennifer, con al seguito la piccola Mela; i due sono gli eccentrici proprietari di una ditta di ristrutturazioni, chiamata da Costantino per la manutenzione dell’edificio.

Le storie di tutti questi personaggi sin intrecceranno dando vita ad una pellicola con un cast di tutto rispetto: oltre allo stesso Papaleo che come in Basilicata Coast to Coast dirige e recita, i sono Riccardo Scamarcio, Barbora Bobulova, Sarah Felberbaum e Claudia Potenza


Add Comment Register



Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>