SocialTV1-500x283 News

Tv e social network: come cambiano le abitudini degli italiani


Pubblicato il nuovo rapporto dell’Agcom sull’utilizzo da parte del popolo italiano della tv oltre che dei social network e di internet in generale

La televisione risulta ancora molto amata dagli italiani eppure, dal rapporto, si evinche che di anno in anno le preferenze si spostano sempre di più verso il mondo virtuale del ciberspazio.

Partiamo anzitutto dai ricavi che le emittenti televisive stanno fatturando: se già nel 2012 c’era stato un leggero calo di introiti rispetto all’anno precedente, questa volta il calo è molto più determinante.

Si parla di un calo dell’8,7% che colpisce soprattutto la televisione in chiaro, come segnalato del resto dal fatto che Sky sia riuscita a sorpassare Mediaset e Rai.

Il colosso di Murdoch si piazza quindi al primo posto anche per i ricavi, seguito da Mediaset che tuttavia registra il calo più alto di tutti.

Tempi duri per le reti emittenti che vedono il pericolo rappresentato dai molti mezzi di intrattenimento alternativi alle tv che grazie ad internet si diffondono sempre più velocemente, primo fra tutti lo streaming.

L’agcom ha infatti dichiarato nel suo rapporto che “”dall’analisi dei consumi medi in Italia nel 2011 conferma la centralità dei contenuti audiovisivi, che assorbono circa due ore delle giornate di ogni italiano, ossia il 42% dei totali 274 minuti dedicati alla comunicazione”, dove per contenuti audiovisivi non si intende soltando la televisione, ma anche contenuti virtuali caricati sul web con mezzi come You Tube.

Sul fronte dell’audience, invece, resta incontrastato seppur con un leggero calo il dominio dell’audience della tv generalista in Italia: il 75%, fatto dal 40% di share medio giornaliero in mano alla Rai e il 35% di Mediaset. Si registra inoltre un generale calo dei dati di ascolto dei telegiornali trasmessi dalle principali emittenti nazionali, mentre c’è più attenzione degli spettatori verso forme di informazione alternativa.

Ancora, si legge che gli italiani dedicano ai medica poco meno di 5 ore al giorno ed un grande spazio lo stanno conquistando i social network a cui ognuno accede per almeno 23 minuti.

Questi ultimi stanno diventando un mezzo di comunicazione alternativo, insieme alla posta elettronica vengono talvolta preferiti alle normali telefonate, che sono ormai demodé.

Gianluca Migliozzi


Add Comment Register



Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>