Giffoni_Film_Festival Cinema

Arrivederci Giffoni


Arrivederci Giffoni

Cala il sipario sulla 43esima edizione del Giffoni Film Festival, il tema di quest’anno é stato “For ever young”, sempre giovani, come il target di riferimento del festival cinematografico.

La manifestazione anche quest’anno si è distinta per l’enorme spirito sociale che tradizionalmente accompagna il Festival, per la qualità dei film in concorso e per il numero di ospiti che il suo patron, Claudio Gubitosi, è riuscito anche stavolta a portare nella cittadella.

Centinaia i fan andati in visibilio per Naya River, star dell’amatissima serie tv Glee, che non ha potuto far a meno di commemorare il suo collega Corry Montetih morto pochi giorni fa, con un minuto di silenzio: gli oltre tremila giurati e i fan hanno spento le voci e il chiacchiericcio per questo commovente momento.

Acclamati dal pubblico anche Logan Lerman e Alexandra Daddario, protagonisti della saga fantasy Percey Jackson, il cui teaser è stato presentato in anteprima.

E poi ancora Max Pezzali, il maestro del cinema horror Dario Argento, I soliti Idioti, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Stefania Rocca, Filippo Nigri e altri ancora.

Se però dovessimo fare la classifica degli ospiti più attesi ed importanti, il primo posto andrebbe senza dubbio a Roberto Saviano, ospite del festival lo scrittore ha parlato ai giurati del suo ultimo libro, Zero Zero Zero, del mondo della droga e di temi attuali come il lavoro e i giovani, rispondendo nel corso del suo lungo intervento a numerose domande fatte proprio dai giurati in sala.

Centomila le persone che si sono collegate alla diretta streaming dell’incontro, a lui è andato il premio Truffaut, il più prestigioso della manifestazione che per la prim volta viene assegnato ad uno scrittore anziché a un cineasta.

Del Giffoni Film festival si è sempre detto che è una manifestazione attenta alle esigenze giovanili e alle tematiche più sensibili che circondano il loro mondo: a conferma di ciò i vincitori di quest’anno, film dedicati al bullismo nelle scuole, all’adozione, all’omosessualità, alla speranza.

La categoria “Generator +18” ha proclamato vincitore Any Day Now, pellicola targata Usa 2012 che racconta le vicende di una coppia omosessuale che si batte per l’adozione di un bambino diversamente abile abbandonato dalla madre tossicodipendente, una storia da far venire i brividi.

La jaula de oro è invece la pellicola messicana-spagnola vincitrice pe la giuria “Generator +16”, viaggio di tre adolescenti attraverso i quartieri più poveri del Guatemala,  Regeret! Film opera dei Paesi Bassi che narra la vita del protagonista vittima di bullismo ha invece vinto per la categoria “Generator +13”.

Tra le pellicole dedicate ai più piccoli i vincitori sono invece stati Mike says goodbye per la giuria “Elements +10”, The famous five2 per la “Elements +6” e The catch per la “Elements +3”

Da segnalare quest’anno il ritorno di una grande “kermesse nella kermesse” made in Giffoni, il  Giffoni Music Concept, in concerto si sono esibiti Elio e le Storie Tese, Max Gazzè, Renzo Arbore e la sua Orchestra Italiana. Chiusi i battenti, lo staff è già all’opera per la prossima edizione le cui date sono già note: dal 18 al 27 luglio, il tema sarà scelto come di consueto insieme ai giurati coinvolgendo il pubblico attraverso i social network.

 


Add Comment Register



Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>