maturità News

Oggi la terza prova, domani iniziano gli orali


Oggi è stato il giorno della terza prova per i maturandi di quest’anno che hanno affrontato il temuto quizzone.

La terza è l’unica prova redatta interamente dai professori che li conoscono oramai da 5 anni, e tanto dovrebbe bastare a rassicurare i giovani studenti, eppure in molti hanno dichiarato che la difficoltà della terza prova è sicuramente maggiore a quella delle prime due: “con il compito di italiano e la seconda prova qualcosa riesci sempre a fare. La terza invece riguarda tutto il programma di tutte le materie, ci sono pochissimi giorni perripassare tutto!“.

Tre le modalità di svolgimento a scelta dei professori: risposta multipla, risposte brevi e in ultimo, risposte più lunghe con un numero di righi minimo da rispettare.

Possono inoltre capitare esercizi da svolgere e formule da completare. Il punteggio massimo che si può ottenere è al pari delle prime prove: 15 punti, 10 su 15 rappresenta la sufficienza.

A distanza di poche ora dal termine della prova, questi i risultati: circa il 44% degli studenti ha avuto la prima tipologia di prova, quella delle risposte brevi. Il 27% ha invece dovuto rispondere ai quesiti con risposte più lunghe, come se si trattasse di un trattato sintetico, mentre solo il 6% ha avuto le famose crocette per il quiz a risposta multipla.

C’è stato poi un 20% che ha affrontato una tipologia insolita: quella mista, risposte brevi unite a risposte multiple.

Nonostante la paura di questa prova, si è consolidata da anni la prassi delle “soffiate”: i professori come abbiamo detto, conoscono gli studenti da 5 anni e c’è sempre qualcuno incline a dare qualche aiuto e a far trapelare qualcosa, nonostante il contenuto della prova dovrebbe rimanere segreto fino alla fine.

Un’indagine condotta dal famoso portale Skuola.net ha stabilito che 2 maturandi su 3 erano già a conoscenza delle materie oggetto della prova ed il 19% ha addirittura affermato di conoscere anche esattamente le domande, merito del professore idolo di turno.

Sempre Skuola.net ha poi sottoposto agli studenti il suo consueto instant pool che verte sulla classica domanda “com’è andata?”. In risposta, il 70% degli intervistati ha dichiarato più fattibile del previsto il temuto quizzone multidisciplinare.

Archiviati gli scritti, adesso gli studneti si preparano agli orali che dovranno terminare entro il 18 luglio.

 


Add Comment Register



Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>