jesolo News

Jesolo: tentativo di vietare le bagnine per non irritare i Musulmani


A Jesolo sembra momentaneamente essere tornati indietro col tempo, quando gli uomini lavoravano e le donne dovevano solo pensare ai figli e alla casa, inimmaginabile l’idea di lavorare.

Per l’estate 2013 infatti, sui lidi della rinomata località veneta che ogni anno accoglie numerosi turisti, hanno rischiato di non esserci le “beach steward”, le bagnine impegnate nelle attività di sorveglianza della spiaggia e del litorale.

Niente donne, solo uomini. Il motivo? Non è certamente da ricondurre nella scarsa fiducia nel gentil sesso, come ha spiegato il Presidente di Federconsorzi (associazione che raggruppa i gestori dei lidi balneari), Renato Cattai: «Le donne – a suo dichiarare – hanno sempre svolto ottimamente il loro lavoro, tuttavia la loro presenza irritava i turisti di religione musilmana. Il musulmano non tollera di essere rimproverato da persone di sesso femminile e si creano situazioni di tensione». Questo è quanto dichiarato da Cattai per giustificare la decisione. Secondo quanto riportato, gli anni scorsi si sarebbero infatti verificate addirittura alcune aggressioni da parte di ambulanti abusivi a steward donna. Il provvedimento nascerebbe a difesa di queste ultime, quindi.

Tuttavia è ovvio ricordare che in Italia, per legge, è garantita pari opportunità agli uomini e alle donne sul mondo del lavoro, e le polemiche in tal proprosito, non hanno tardato ad arrivare.

Clamore e indignazione da parte di concittadini ma anche di associazioni per i diritti delle donne, polemiche sul web e quant’altro, hanno costretto il sindaco di Jesolo e la Federconsumatori a fare retromarcia nel giro di pochissime ore.

Considerata la cosa una vera e propria discriminazione, lo stesso Comune di Jesolo è dovuto intervenire minacciando di tagliare i fondi all’iniziativa: le donne dunque potranno occuparsi della sorveglianza delle spiagge, ma quest’estate saranno organizzate delle pattuglie miste, “Per una questione di sicurezza reciproca e per evitare ogni tipo di suscettibilità, a prescindere da qualsiasi credo o provenienza”.

 


Add Comment Register



Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>